Metrica: interrogazione
93 settenari (pezzi chiusi) in Candace Venezia, Rossetti, 1740 
   Non ti lusinghi il trono,
   O rendi il cor placato
   E con miglior consiglio
de’ vostri amori il nido,
che un cuor del mio più fido
   Turbarlo mai non può
che il più de l’alma mia
   Contemplerò se il brami,
   Morrai superbo, audace,
   Anima del cor mio, (Ora verso l’uno, or verso l’altro)
   Ogni più fier tormento
   S’or mi nasconde il vero
   Ah figlio! Ah mio diletto!
Vieni ti stringo al petto. (In atto di abbraciarla Evergete, lo rigetta)
mi sente il traditor. (Guardando sott’occhio Tilame)
   Ah ch’io resisto appena,
   Contro il mio sangue istesso

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/carlogoldoni.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8