Metrica: interrogazione
150 quinari in La cameriera spiritosa Milano, Bianchi, 1766 
   Con buona grazia. (Viene dalla parte di Lucrezia)
Tutte le gioie? (Con Pasquino con allegria)
              Le ho vedute, (Pronta)
                         Zitto. (Piano a Pasquino, urtandolo senza guardarlo)
                   Tacete. (Come sopra)
   Dov’è il grembiale? (Piano a Lucrezia)
con lor licenza. (In atto di partire)
sarò felice. (Passa vicino a Lucrezia e la prende per la mano)
Piano signore. (Ritirandolo un poco)
Signor padrone. (Geloso di Lucrezia)
cercando va. (Al cavaliere rimproverandolo)
   Ma cosa vedo! (Osservando bene Lucrezia)
quel dominò. (Si accosta a Lucrezia)
Chiedo perdono. (Inchinandosi al conte come se fosse la figlia)
che si può far. (Al conte per sua difesa)
                Sì certo.
   La contessina? (Guardando Lucrezia con meraviglia)

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/carlogoldoni.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8