Metrica: interrogazione
220 tronchi in Il mercato di Malmantile Venezia, Fenzo, 1758  (pezzi chiusi) 
Chi vuol dell’ova si accosti qua.
Chi vuol dell’ova si accosti qua.
per or non vuo’. (A Cecca e Berto)
Comprar non vuo’. (A Cecca e Berto)
   Ma del bello si apprezza ancor più
   Quel ch’io sono, signore, lo so
ch’io mi scordi la fede, l’amor,
   Per pietà non mi fate languir,
A voi serbo la mia fedeltà. (Parte)
Presto, presto, date qua. (Chiede lo spirito a Rubicone)
di voi non voglio più paventar. (Parte)
                            Signorsì.
                         Signorsì.
Han ragion quand’è così. (A Brigida)
l’accusato eccolo qua. (Additando Rubicone a Lampridio)
con Astrea giudicherà. (Siede e Brigida fa lo stesso vicino a lui)
   Si ha da ballare, si ha da cantar,
voglio il fagotto con l’oboè. (Dopo il suono di questi strumenti si sentono i corni da caccia)
tutta l’orchestra si ha da sonar. (Parte)
di nobiltà. (Fra di loro stringonsi la mano)