Metrica: interrogazione
69 tronchi in L'amante cabala Venezia, Valvasense, 1736  (pezzi chiusi) 
della mia felicità. (Finge parlar con Lilla e parla alla borsa delle doppie)
propriamente me vien el mio mal,
Farò quel che volé. (A Cattina)
tutto a lei donato il cuor. (A Cattina)
(M’ho imbrogliato). Tutto a vu.
   Se mi amate io scoprirò. (A Filiberto)
deh non tanta crudeltà! (A Lilla)
deh mostrate almen pietà! (A Cattina)
So ben io quel che farò. (Fanno segno di bastonarlo)
Ti voglio maltrattar peggio d’un can.
(Or la biscia beccò il ciarlatan).