Metrica: interrogazione
32 dieresi in Li matti per amore Venezia, Fenzo, 1754  (recitativo) 
                             Un bell'asino d'oro.
Non ti dico più altro e ti son schiavo. (In atto di partire)
che io... che tu... cioè tarderà molto
             Costui sarà ubbriaco o stolto.
                                   Hai tu ragione.
che roda a voi, a me e ancor Lisetta.
            Cioè un corno.
                                         Come un corno?
             E qui cioè non ci ha che fare.
                                        Io no.
                                                     Possibile?
che per costei... uh quanta flemma... via
(Il mal è che costui è uno stivale).
Se Camilla ciò fa, sia persuasa
A me? Parla con lui. Oh questa è bella!
cioè tra il sì e il no, tra il no e il sì.
Ma non ne posso più... Eh non sapete
(Tutto intese costui). È un'insolenza
                                      Oh! Buone e belle.
                                          Io piansi invano.
                                                 (Ora l'ho fatta;
Nulla intender potei... E tu... cioè...
                       Cioè... io vi son schiavo.
                                            Ohimè fermate.
Ah! Eh! Ah! Para, porta. Ah! Eh! Ripiglia.
Saldi in guardia... Via sbraccia... Ah! Eh! Bravissimo.
Sbraccia di nuovo. Ah! Eh! Fagli un carroccio.
Perché te stessa ho studiato assai.
                                      Oh che so io,

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/goldoni/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8