Metrica: interrogazione
32 dieresi in Le nozze Bologna, Sassi, 1755  (recitativo) 
                Siete un ribaldo.
E se poi... E se lei... Eh signorsì.
                                        Eh signorsì.
                                 E perché no?
                                       Oh mio signore!
Siamo fra voi e me, nessun ci sente.
ma io voglio operar solo per me.
se si marita lei, io no? Perché?
                                     Vostra bontà.
                                        Dal mio canto,
dove il piacer, dove l’amore è ito?
voi avete promesso d’accordarla;
Ma io... signor mio caro...
Ma io non vuo’ sposarti.
e per voi e per me. Sarebbe meglio,
Chi siete voi? (A Mingone)
                            Un uomo disperato,
guai al marito che non dice sì.
                                           Che dubitate?
                                  Non più parole;
                                          Così è.
Ecco lo sposo; lo vedrai or ora.
potrai a tuo piacer sposar Livietta.