Metrica: interrogazione
25 incipit dei  pezzi solistici d'uscita in Tigrane Venezia, Rossetti, 1741 
   Coronato il crin d’alloro,
   Troppo ad un’alma è caro
   Di questo cor fedele,
   Pensa che padre io sono;
   Non mi parlar d’amore. (Ad Oronte)
   Vezzi, lusinghe e sguardi
   Se spunta amica stella,
   Per te costante e forte
   Fra l’odio e l’amore
   Disprezzando il tuo periglio,
   Ti lascio, o core ingrato,
   Ti guardo e con iscorno
   Passagger, che incerto errando
   Sai da quegli occhi arcieri
   Mira il nembo che torbido e fiero
   A sì lieto e fausto giorno

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/carlogoldoni.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8