Metrica: interrogazione
63 ottonari in Arcifanfano re dei matti Venezia, Fenzo, 1750 
perché il core von cercar. (Parte coi servi)
il denaro ognor sarà. (Parte dando denari ai servi e va in città collo scrigno)
   Canagliaccia, vuo’ ammazzarvi,
Alto, alto, altolà. (Dà una nerbata a Furibondo)
                        Dorme ancora
                                 Sì, son io.
Dove siete, idolo mio? (Mostra non vederlo)
                            Semplicina!
                          Via, carina.
il mio scrigno ed il mio cor. (Cantando cava una fossa in cui seppelisce lo scrigno, poi copre con la terra. Malgoverno in disparte osserva)
questo scrigno ch’è il mio cor. (Cava la terra, leva il tesoro e lo prende)
Lascia, lascia, lascia qua. (Gli prende lo scrigno)

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/carlogoldoni.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8