Metrica: interrogazione
17 incipit dei  pezzi solistici d'uscita in Germondo London, Cadell, 1776 
   D’alma forte ognor trionfa
   Sventurata, invan mi lagno,
   Se quel bel labbro, o cara,
   Non lasciarmi in tanti affanni,
   Divisi al cor vi sento,
   Dio del vasto impero algoso,
   Son qual nave abbandonata,
   Se il suo dover si scorda,
   Calma, oh dio! quel tuo sembiante,
   Ah del cuor nel cupo fondo
   Deh ricevi in questo istante
   Quel torrente che rapido al mare
   Chi è di noi che vantar possa
   Ah! Nascondi, sposo amato,
   Quell’ardir, quell’intrepido ciglio
   Non temer ch’io t’abbandoni,
   M’adora ’l mio bene,

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/carlogoldoni.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8