Metrica: interrogazione
109 ottonari in Il mercato di Malmantile Venezia, Fenzo, 1758 
   Mia signora, a voi m’inchino.
                          A lei m’inchino.
   Insolente (A Berto) mi vien male.
Presto, presto, date qua. (Chiede lo spirito a Rubicone)
Che bel garbo, che bel vezzo! (A Rubicone)
                              Sì signore.
                            Signorsì.
   Io son qui coi testimoni (Vengono i contadini)
                           Sì signore.
                         Signorsì.
Han ragion quand’è così. (A Brigida)
l’accusato eccolo qua. (Additando Rubicone a Lampridio)
con Astrea giudicherà. (Siede e Brigida fa lo stesso vicino a lui)

Notice: Undefined index: metrica in /home/apostolo/domains/carlogoldoni.it/public_html/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8