Il negligente, Brunswick, 1760

 SCENA V
 
 PASQUINO, poi PORPORINA
 
 PASQUINO
 (Oh quanto mi dispiace
 avermi disgustata Porporina!)
 PORPORINA
 (Oh povera meschina!
 Or son senza marito).
 PASQUINO
975(D'averla abbandonata io son pentito).
 PORPORINA
 (Eccolo, traditore,
 con Aurelia attaccarsi!)
 PASQUINO
 (È qui, crudel, lasciarsi
 far giù da quel zerbino!)
 PORPORINA
980(Oh me infelice!)
 PASQUINO
                                   (Oh povero Pasquino!)
 PORPORINA
 (Far la pace vorrei ma non conviene
 che la prima io sia).
 PASQUINO
 (Mi vien la fantasia
 di chiamarla ma temo un qualche oltraggio).
 PORPORINA
985(Porporina, fa' cor).
 PASQUINO
                                       (Pasquin, coraggio).
 PORPORINA
 Serva.
 PASQUINO
               La riverisco.
 PORPORINA
 Compatisca, signor.
 PASQUINO
                                       La compatisco.
 Dove, padrona?
 PORPORINA
                                Dove
 mi guida il piè.
 PASQUINO
                               È in colera con me?
 PORPORINA
990Parmi averne ragione.
 PASQUINO
 Io ho più ragion di lei.
 PORPORINA
 Lei badi a' fatti suoi, ch'io bado a' miei.
 PASQUINO
 Bella cosa davvero,
 lasciar per un amante il suo marito.
 PORPORINA
995Veramente polito,
 trovarsi un'amorosa
 e abbandonar così la propria sposa.
 PASQUINO
 L'ho fatto per vendetta.
 PORPORINA
 Ed io per far servizio alla padrona.
 PASQUINO
1000Con Aurelia scherzai, credilo a me.
 PORPORINA
 Giuro che non amai altri che te.
 PASQUINO
 Dunque tu mi vuoi bene?
 PORPORINA
                                                  Purtroppo, ingrato.
 PASQUINO
 Ed io son di te sola innamorato.
 PORPORINA
 Peraltro t'ho sentito...
 PASQUINO
1005Ti ho veduta fra tanto...
 PORPORINA
 Mi hai fatto sospirare.
 PASQUINO
                                           Ho tanto pianto.
 PORPORINA
 Briccon, così tradirmi?
 PASQUINO
 Via, facciamo la pace.
 PORPORINA
 Signor no.
 PASQUINO
                      Signorsì,
1010signorsì.
 PORPORINA
                   La farei ma non ti credo.
 PASQUINO
 Ti son fedel, lo giuro.
 PORPORINA
 Tenera io son ma tu sei di cor duro.
 PASQUINO
 
    Non è ver, non son crudele.
 Tenerino è questo cor.
 
 PORPORINA
 
1015   Se tu avessi il cor fedele
 non saresti traditor.
 
 PASQUINO
 
    Tu sei quella gioia bella
 che mi fa provar amor.
 
 A DUE
 
    Mio tesoro, ahi che io moro
1020se non hai di me pietà.
 
 PORPORINA
 
    Sei fedele?
 
 PASQUINO
 
                           Sei crudele?
 
 PORPORINA
 
 Quel occhietto dice sì.
 
 PASQUINO
 
 Quel labretto dice no.
 
 PORPORINA
 
 Vuoi amarmi? Dice sì.
 
 PASQUINO
 
1025Sei sdegnata? Dice no.
 
 PORPORINA
 
 Vuoi lasciarmi? Dice no.
 
 PASQUINO
 
 Sei placata? Dice sì.
 
 A DUE
 
    Quel visetto mi consola
 e una dolce tua parola
1030rasserena il mio dolore,
 fa il mio core giubilar. (Partono)