La finta semplice, Venezia, Fenzo, 1764

Vignetta Frontespizio
 SCENA XI
 
 NINETTA, SIMONE e detti
 
 Fracasso
1085Vieni a tempo, Simone.
 Simone
 Che vuole il mio padrone?
 Fracasso
 Un colpo da soldato. Hai tu coraggio
 di rapir nottetempo
 e di condur altrove
1090l'innamorata mia?
 Simone
 La meno, se volete, in Tartaria.
 Ninetta
 Piano un poco signori,
 ch'esservi deggio anch'io; né sola io resto.
 Simone
 Vieni tu ancor, così farem più presto.
 Ninetta
1095Sodisfarlo son buona;
 ma no, la mia padrona,
 che de' fratelli suoi troppo paventa,
 non vorrà mai fuggir.
 Fracasso
                                          Dille in mio nome
 che fugga teco anch'ella,
1100che teco venga ove Simon vi guidi
 e che di me si fidi.
 Ninetta
                                     Oh ci scometto
 che non faremo nulla.
 Fracasso
                                          Ama o non ama?
 Ninetta
 V'adora, ve lo giuro.
 Fracasso
 Quando è così sono di lei sicuro.
 
1105   In voi, belle, è leggiadria
 se talor pregar vi fate;
 il negare è cortesia,
 se negando voi donate
 e quand'ama una fanciulla,
1110non volendo mai far nulla,
 per amor tutto poi fa.
 
    Fanciullette ritrosette,
 se per farvi a noi più care
 voi vi fate assai pregare,
1115fate bene in verità. (Parte)