Il povero superbo, Venezia, Fenzo, 1755

Assente nell'edizione Zatta Frontespizio
 SCENA XII
 
 PANCRAZIO, MADAMA e DORISBE
 
 Madama
 Oh che pazzo galante!
 Dorisbe
270Con vostra buona grazia, io vado un poco
 nell'orto a divertirmi,
 se vuol venga madama a favorirmi.
 Madama
 Resto un poco a parlare
 col caro sior Pancrazio.
 Dorisbe
                                            Ebben restate,
275gradita certo compagnia gli fatte.
 
    Al garrir de' lieti augelli,
 al soffiar de' venticelli
 e dell'onde al mormorio
 la sua pace il petto mio
280forse, forse troverà.
 
    Il mio dolce amato bene
 di vedermi colla speme,
 tra le piante e tra i fioretti
 dolci affetti porterà.