Il povero superbo, Venezia, Fenzo, 1755

Assente nell'edizione Zatta Frontespizio
 SCENA VI
 
 LISETTA ed il CONTE
 
 Lisetta
145Oh che grossa e badiale
 gran bestia originale! È dalla fame
 mezzo morto e stordito;
 e pur di nobiltà sente il prurito.
 Conte
 Lisetta?
 Lisetta
                  Che comanda?
 Conte
                                               Ov'è Dorisbe?
 Lisetta
150Io dirlo non saprei.
 Conte
 Lisetta se vi piace andate a lei;
 ditele che l'attendo in questo luoco.
 Lisetta
 Vi servo in un istante.
 (Questo per la padrona è un buon amante). (Parte)