La notte critica, Venezia, Fenzo, 1766

Vignetta Frontespizio
 SCENA VII
 
 PANDOLFO sul terrazzino e detti
 
 Pandolfo
 Via di qua, disgraziata.
 Marinetta
175(Ti venga la saetta). (Parte)
 Leandro
 Che dice Marinetta?
 Carlotto
 Aspettate un pochin, ritornerò.
 (Qual impiccio sia questo io non lo so).
 Credea che il mio padrone (Parla a Pandolfo credendolo Marinetta)
180presa avesse la lettera.
 Leandro
                                            E che dunque
 smarrita si sarà?
 Carlotto
                                  Sarebbe questo
 un imbroglio assai grande, se qualcuno
 la lettera trovasse
 e in mano capitasse
185di quel vecchiaccio di Pandolfo.
 Leandro
                                                           Oh cielo!
 S'egli a scoprir venisse
 l'amor mio per Cecilia...
 Pandolfo
                                               Ah disgraziati,
 vi conosco, ho capito e son a segno.
 Padrone audace e servitore indegno.
 Leandro
190Ahimè!
 Carlotto
                  L'abbiamo fatta.
 Pandolfo
                                                  Andate, andate.
 Altro rissentimento ora non faccio
 ma vedrete chi sia questo vecchiaccio. (Parte)