La notte critica, Venezia, Fenzo, 1766

Vignetta Frontespizio
 SCENA III
 
 CARLOTTO e MARINETTA e poi FABRIZIO
 
 Carlotto
 Sì signor, sì signor, verrò diviato.
 Siete qui? Non lo sento; se n'è andato.
 Fabrizio
 (Vorrei, se mai potessi,
75Marinetta veder... Ma sento gente.
 Chi mai sarà? Sospetto
 del briccon di Carlotto). (Si tira in disparte)
 Carlotto
 Marinetta?
 Marinetta
                        Son qui.
 Carlotto
                                          Per dire il vero,
 questo parlar in strada
80non mi accomoda molto.
 Marinetta
                                               Anch'io vorrei
 da vicino parlarvi e stabilire
 il tempo e il modo di sposarvi.
 Carlotto
                                                          Ed io
 quest'è quel che desio.
 Fabrizio
                                            (Son giunto a tempo).
 Carlotto
 Perché tra l'altre cose
85m'inquieta e mi tormenta
 un po' di gelosia.
 Marinetta
                                  Siete geloso?
 Di chi?
 Carlotto
                 Di quel birbante,
 di quel briccone di Fabrizio.
 Fabrizio
                                                      (Indegno,
 così parla di me?)
 Marinetta
                                    Non ci pensate;
90non lo posso veder.
 Fabrizio
                                      (Vuo' vendicarmi).
 Marinetta
 Fidatevi di me.
 Carlotto
                               Sì, vuo' fidarmi.
 Marinetta
 Sentite. Mi è venuto
 in mente un bel pensier.
 Carlotto
                                                Ditelo, o cara.
 Marinetta
 Le mura del giardin, voi lo sapete,
95sono rotte in un canto.
 Carlotto
                                           Il so.
 Marinetta
                                                       Potete
 facilmente salir.
 Carlotto
                                 Sì ma discendere
 forse non si potrà, perché il giardino
 più basso è della strada.
 Marinetta
                                              È ver; ma io
 ci metterò una scala e voi verrete
100questa notte a trovarmi e parleremo
 e il giorno delle nozze accorderemo.
 Carlotto
 Così farò.
 Fabrizio
                     (Bricconi!
 L'avrete a far con me).
 Marinetta
                                            Oh la padrona
 mi ha chiamato.
 Carlotto
                                 La lettera
105forse vi vorrà dar.
 Fabrizio
                                    (Parlan di lettera,
 vorrei bene saper...)
 Marinetta
                                        Vado a vedere,
 aspettatemi qui. (Entra)
 Carlotto
                                  Non partirò.
 Fabrizio
 (Questa volta, briccon, ti burlerò).
 Carlotto
 (Parmi di sentir gente).
 Fabrizio
                                              (A questa volta
110par che venga qualcun).
 Carlotto
                                              (Vo' ritirarmi).
 Fabrizio
 (Sto a veder ma non voglio allontanarmi).