La notte critica, Venezia, Fenzo, 1766

Vignetta Frontespizio
 SCENA XIII
 
 PANDOLFO e CECILIA
 
 Pandolfo
 Mi spiace da una parte
 averla spaventata.
 Ma con te disgraziata...
 Cecilia
                                             Ohimè! Ci sono.
 Pandolfo
 Parla tu dove sei,
350dimmi che fai tu qui.
 Cecilia
                                          Signor.
 Pandolfo
                                                          Cospetto,
 voglio saper il vero.
 Cecilia
                                      Dirò tutto,
 se voi non griderette.
 Pandolfo
                                          No, non grido
 ma vuo' tutto saper.
 Cecilia
 
    Signor padre, vi dirò,
355son venuta... un poco qua...
 (Cosa dire affé non so,
 meglio è dir la verità).
 Dite quello che volete,
 io mi voglio maritar.
 
360   Ogni giorno passa un giorno.
 Nel domestico soggiorno
 non vuo' stare ad invecchiar.
 Le mie brame vi son note,
 preparatemi la dote,
365destinata da mia madre,
 riverisco il signor padre
 e lo prego a perdonar. (Parte)