Li uccellatori, Venezia, Fenzo, 1759

Vignetta Frontespizio
 SCENA ULTIMA
 
 La CONTESSA, il MARCHESE, poi tutti
 
 il Marchese
 Su via son persuaso
 di quel che mi diceste.
 la Contessa
1010Credete pur, che il sospettare è vano.
 il Marchese
 Sì vi credo ed in prova ecco la mano.
 Cecco
 Signora compatite... (Alla contessa)
 la Contessa
                                         A me dinanzi
 non comparir mai più.
 Roccolina
                                            Non vi adirate
 se ora Cecchino è mio... (Alla contessa)
 la Contessa
1015No, se sposa sei tu, son sposa anch'io.
 Toniolo
 Ed io pure.
 Mariannina
                        Ed io pure.
 Pierotto
                                               Ed io meschino
 son restato signori un babuino.
 il Marchese
 Contentati ribaldo
 che non hai quel castigo
1020che merita la tua temerità.
 Pierotto
 Obbligato signor della bontà
 e per farvi vedere
 che tal bontà mi è grata
 voglio darvi di uccelli una spedata.
 tutti
 
1025   Quel bambinel d'amore
 è un bravo uccellatore
 che tutti sa pigliar.
 
    E quando men si crede
 dal tristarel si vede
1030i cuori a trappolar.
 
 Fine del dramma