Buovo d’Antona, Venezia, Fenzo, 1759

Vignetta Frontespizio
 SCENA II
 
 CAPOCCIO con un cavallo carico di grano e dette
 
 Capoccio
 
    Truì va là truì va là.
 Maledetto se mi metto
45il baston ti accoperà.
 Truì va là truì va là. (Volendo far caminare il cavallo, lo batte con il bastone ed il cavallo tira de’ calzi contro Capoccio)
 
 Oh bestia insolentissima!
 Più non vuoi caminar? Ti sei fermato
 forse perché hai sentito
50delle donne l'odor? Si vede bene
 cavalaccio briccone
 che fu Buovo d'Antona il tuo padrone.
 Menichina
 Cosa dite mio padre?
 Questo è quel gran cavallo
55nominato Rondello?
 Capoccio
 Sì certamente è quello.
 Cecchina
                                             E come mai
 un animal sì raro
 diventato è il ronzon di un molinaro?
 Capoccio
 Dopo che fu scacciato
60Buovo dalla città, questa bestiaccia
 non l'ha potuta cavalcar nessuno.
 Il duca Maccabruno
 ordinò ch'egli fosse
 venduto o scorticato
65e per pochi quattrini io l'ho comprato.
 Menichina
 Ma se Buovo ritorna?
 Capoccio
                                          Eh per adesso
 Buovo non tornerà.
 Dove diavolo sia nessuno il sa.
 E poi quando tornasse
70è sì brutto e sì magro e contrafatto
 che nol conoscerebbe a verun patto.
 Cecchina
 Dove mai sarà andato
 quel povero meschino?
 Menichina
 Chi sa dove il destino
75Buovo d'Antona avrà forzato andare?
 Capoccio
 Zitto; più non lo state a nominare.
 Il duca Macabruno
 in pena della vita ha comandato
 che non sia nominato ed io non voglio
80che mi nasca per questo un qualche imbroglio.
 
    Maccabruno, lo sapete,
 di Drusiana è innamorato
 e per questo ha discacciato
 fuor d'Antona il suo rival.
 
85   Passa qua, truì va là,
 il baston ti accoperà.
 
    E se Buovo in queste parti
 ritornasse... truì va là,
 il padron l'ammazzerà.
90Maledetto, truì va là. (Parte, facendo col bastone andare innanzi il cavallo)