La cascina, Venezia, Geremia, 1756

Vignetta Frontespizio
 SCENA VI
 
 LAVINIA, il CONTE, la LENA
 
 Lavinia
 Sentite? Ei vi ha sfidato.
 il Conte
 Eh ditegli, signora, che ho burlato.
 Lavinia
1240Sì sì, già ve lo credo.
 il Conte
                                        Io per amore
 guerra non voglio far. Ho cento belle
 che mi corrono dietro; e posso sciegliere
 la ricchezza, il decoro e la beltà;
 e son sicuro della fedeltà.
 Lavinia
1245Sì, le ricche, le belle
 facili a ritrovare io vi concedo;
 ma le fedeli poi tanto non credo.
 
    Fra tante e tante
 vaghe donzelle
1250che v'innamorano,
 poche son quelle
 che a un solo amante
 in petto serbano
 fedele il cor.
 
1255   Con dolce vezzo
 pria vi lusingano,
 poi al disprezzo
 sovente passano;
 e più non curano
1260del vostro amor. (Parte)