La diavolessa, Venezia, Geremia, 1755

Vignetta Frontespizio
 SCENA IX
 
 GIANNINO solo
 
 Giannino
 Io non la so capire.
 Siam restati d'accordo
360con Falco d'una cosa; ed or ne trovo
 un'altra bella di caratter nuovo.
 Che diavolo sarà?
 Con questa nobiltà
 certo m'imbroglio assai.
365Che il gentiluomo non l'ho fatto mai.
 A farlo mi vorrei un po' provare
 ma non so da qual parte principiare.
 
    Colle dame, colle dame:
 «Di madama servitor.
370Di buon cor
 all'onor... della beltà».
 Non ci ho grazia in verità.
 
    Coi signori: «Riverisco,
 mi esibisco, mi offerisco
375colla nostra autorità...»
 Oh malissimo anderà.
 
    Vo' provar con bassa gente;
 e vo' fare il prepotente.
 «Insolente, non do niente...
380Pagherò, quando vorrò.
 Ne ho bisogno; via di qua».
 Ah, ah, ah. (Ridendo) Bene va.
 L'ho trovata in verità. (Parte)