Il filosofo di campagna, Olmütz, Hirnle, 1761 (Il filosofo in campagna)

 SCENA IV
 
 RINALDO solo
 
 RINALDO
140Sciocca ragione indegna
 d'anima vil dell'onestà nemica;
 ma non vo' che si dica
 che io sofra un tale insulto,
 ch'io debba andar villanamente inulto.
145O Eugenia sarà mia
 o tu padre inumano
 ti pentirai del tuo costume insano.
 
    Ragion nell'alma siede
 regina de' pensieri
150ma si disarma e cede,
 se la combatte amor.
 
    E amor s'occupa il trono
 di re si fa tiranno
 e sia tributo o dono,
155vuol tutto il nostro cor.