Tigrane, Venezia, Rossetti, 1741

Assente nell'edizione Zatta Frontespizio
 SCENA XII
 
 Parte interiore del tempio di Giove.
 
 MITRIDATE, APAMIA con guardie
 
 Mitridate
 Fidi vassalli, questa,
 che qui meco vedete,
 principessa vezzosa e di voi degna,
 del vostro re, di Mitridate è sposa.
970Della regal mia figlia
 l'imeneo fortunato
 accrescerà le vostre gioie; e tutto
 coronerà l'onor di questo tempio
 dell'armeno nemico il giusto scempio.
 Apamia
975Del mio signor l'affetto oggi m'innalza
 dove appena il disio d'ergersi ardiva.
 Io ne ricevo il dono,
 qual è dover; ma nella grande e bella
 mia sorte gloriosa,
980serva io gli sarò del par che sposa.