Lo speziale, Venezia, Fenzo, 1754

Vignetta Frontespizio
 SCENA VII
 
 GRILLETTA e MENGONE
 
 Grilletta
700(Ho inteso quanto basta). (Da sé)
 Mengone
 Mi son ben vendicato. (Da sé)
 Grilletta
                                            Mi consolo,
 signor Mengon garbato,
 che un'amante sua pari ha ritrovato.
 Mengone
 Che vorreste voi dir?
 Grilletta
                                         Sì sì colei
705una sposa sarà buona per lei.
 Mengone
 (Basta, non le voi dar più gelosia). (Da sé)
 Orsù Grilletta mia...
 Grilletta
                                        Vanne bugiardo,
 scelerato, bricon, tristo, bastardo.
 Mengone
 Ma sentite...
 Grilletta
                          Ho sentito
710che ti sei con Cecchina divertito.
 Mengone
 Ma lei...
 Grilletta
                  Ma lei ti piace.
 Mengone
 Credetemi...
 Grilletta
                          Ho creduto
 a quello che ho sentito e che ho veduto.
 Mengone
 Alfine...
 Grilletta
                  Alfine ingrato,
715va' che più non ti voglio,
 va' che di te mi spoglio e d'ogni affetto
 e mi strappo il tuo cor fuori del petto.
 
    Non crudele nel mio seno
 il tuo cor non voglio più,
720già si stacca e balza in su.
 Già lo sento, eccolo qui,
 lo voglio, il getto lì.
 
    Ahi mi resta un fier dolore,
 senza core... morirò.
725Traditore dammi il mio,
 dal tuo sen lo strapperò.