Farnace, Venezia, Rossetti, 1739

Assente nell'edizione Zatta Frontespizio
 SCENA XII
 
 POMPEO solo
 
 POMPEO
 Come ben fa veder la donna eccelsa
 che l'insolente arbitrio della sorte
360non serba autorità su le grand'alme
 e che un'alta virtude
 benché da lacci involta
 va con libero piè sempre disciolta.
 Vano è però l'ardir, vano è l'orgoglio
365della femmina altera; a suo dispetto
 vedrà che il ciel destina
 l'ultima al regno suo fatal rovina.
 
    Quando il mar fremente e nero
 muove guerra e i legni affonda,
370naufragante passaggiero
 contrastar vorria con l'onda
 ma guidato a fiera morte
 è dall'impeto del mar.
 
    Tal costei, che si compiace
375dell'idea di sembrar forte,
 vedrà alfin che colla sorte
 vano sempre è il contrastar.
 
 Fine dell’atto primo