Farnace, Venezia, Rossetti, 1739

Assente nell'edizione Zatta Frontespizio
 SCENA III
 
 Sinfonia nel mentre escono guastadori che troncando in breve la selva la riducono ad un’aperta campagna, vedendosi in fondo il mare e in esso l’armata navale di Berenice e da una parte la città d’Eraclea con ponte che introduce nella medesima.
 
 Approdano le navi e gettati i ponti sbarca sul lido l’esercito e dopo sbarcano da ricco naviglio BERENICE con numeroso reale accompagnamento
 
 BERENICE
 Del nemico Farnace
 questo è l'impero e quella
 che là si vede torreggiar vicina
 è la città de' regni suoi regina,
85ei se non mente della fama il grido
 già ne' vicini campi
 dal romano valor fu debellato
 ma non fu vinto; se alle sue congiunte
 fian l'armi nostre, la vittoria è certa.
90Ma qual gente improvisa
 a noi s'appressa? Io vedo
 nell'insegne ondeggiar l'aquila invitta.