Le virtuose ridicole, Venezia, Bettinelli, 1752

Vignetta Frontespizio
 SCENA IV
 
 PEGASINO e GAZZETTA
 
 Pegasino
 Ma noi non stiamo ai patti. (Iritato)
 Gazzetta
 Ma noi siamo due matti;
 contendiamo fra noi per una donna
1180che fra i romanzi e fra le poesie
 ha il cervello ripieno di pazzie.
 Pegasino
 Eh, se sarà mia moglie,
 risanarla saprò.
 Gazzetta
 Io sì la guarirò,
1185quando sarà mia sposa.
 Pegasino
                                              Poverino!
 M'impegno in due parole
 corregerla, ammonirla,
 farla lasciar i versi e convertirla.
 Gazzetta
 Tu non hai tanta forza.
1190Io solo, io sol potrei
 farla aderire alli consigli miei.
 Pegasino
 Eccola; in questo punto
 facciam prova di noi chi ha più potere.
 Gazzetta
 A me, per ottener, basta volere.