Le virtuose ridicole, Venezia, Bettinelli, 1752

Vignetta Frontespizio
 SCENA PRIMA
 
 Giardino delizioso in casa di Affrodisia.
 
 AFFRODISIA, ERIDENO, MELIBEA, PEGASINO, ARMONICA e GAZZETTA, tutti a sedere in circolo
 
 le tre donne
 
    Sì sì sì.
 
 li tre uomini
 
                    No no no.
 
 le tre donne
 
 Io sostengo l'opinione;
 la ragione vuol così.
 
 li tre uomini
 
    Accordarla non si può;
5il contrario sosterrò.
 
 le donne
 
 Sì sì sì.
 
 gl’uomini
 
                 No no no.
 
 Affrodisia
 Eh via, signor scolaro,
 io son maestra di filosofia
 e sostegno che il vacuo non si dia.
 Erideno
10Io sostegno il contrario.
 Dico che si dia il vacuo
 e la ragione è bella,
 perch'io la provo nella mia scarsella.
 Melibea
 Io vi dico che gli alberi del sole,
15trovati dal Meschino,
 si trovan della Persia in un giardino.
 Gazzetta
 E questo non può stare,
 perché il Persiano aduna
 non gli alberi del sol ma della luna.
 Armonica
20Io dico e sosterrò,
 coll'opinion di genti buone e brave,
 che si possa cantar senza la chiave.
 Erideno
 Ma confessar conviene
 che senza chiave non si canta bene.
 Melibea
25Sostegno e sosterrò
 che il Tasso è bergamasco
 e non partenopeo
 ed è parente di Bartolomeo.
 Pegasino
 Io non vuo' disputar delle nazioni
30ma il Tasso sarà figlio del Tassoni.
 le donne
 
    Sì sì sì.
 
 gl’uomini
 
                    No no no.
 
 le donne
 
 Io sostegno l'opinione;
 la ragione vuol così.
 
 gl’uomini
 
    Accordarla non si può;
35il contrario sosterrò.