La mascherata, Venezia, Fenzo, 1751

Vignetta Frontespizio
 SCENA X
 
 MENECHINO solo
 
 Menichino
 Cotesta vedovella
 mi piace, perché è bella,
 ma poi gli affetti suoi mi riescon cari
 perché, oltre l'amor, mi dà i denari.
490Oh è pur brutta l'usanza
 di chi spende per farsi voler bene.
 Le donne che da noi regali bramano
 ci burlano, non ci amano.
 Io sì che sono amato,
495perché l'amante mia m'ha regalato.
 
    Donne belle che pigliate,
 io giammai vi crederò.
 Via piangete, via pregate,
 io di voi mi riderò.
 
500   «Io vi voglio tanto bene».
 Maledette, non vi credo.
 «Per voi, caro, vivo in pene».
 Maledette, vi conosco.
 «Ahi che moro, mio tesoro!
505Quanto affetto! Mio diletto!»
 Galeotte, disgraziate,
 non mi state a corbellar.