Metrica: interrogazione
44 tronchi in Amor contadino Venezia, Fenzo, 1760  (recitativo) 
Eh t'aiuterò io. (Vuol sollevar egli il fascio da terra)
                               Va' via di qua. (Lo scaccia, prende il fascio e se lo mette in spalla)
(Egli è il mio caro ben ma non lo sa).
                      Ih! Cosa importa a me? (Filando)
Tu se' la prima e toccherebbe a te.
              Che cosa vuoi? (Con ruvidezza)
                                           Mi fuggi?
                                                               Io no.
                                       (Mi fermerò). (Da sé sospirando senza guardare)
                                           No.
                                                     Ma perché?
Per mio padre li ho fatti e non per te.
Chi vuol Ciappo trovar, si sa dov'è.
(Maladetto costui). Che importa a te?
                               A me? (Alla Lena)
                   Via di qua.
Son bello e licenziato. Ma chi sa?
m'impegno, quando ancor fosse così,
farlo bello tornar, com'era un dì.
              Via, bada a te.
Bada a cuocere i gnocchi. (Alla Lena)
                                                Per mia fé,
sempre le dà ragione. Via di là. (A Ciappo)
                                             I' vo' star qua. (Alla Lena)
e se ci vieni avrai che far con me.
Ma circa alla beltà noi siamo lì.
Vezzosette ambedue così e così.
gli amanti a ricercar di qua e di là.
Ed a chiedere amor per carità.
                                              Oh questo no.
                                        Teco non vo'.
e speranza di ben per me non c'è.
(La sorella minor prima di me?)
Fermati, Ciappo mio. (Con ansietà)
                                          Oh dio! Son qui.
                       Sarò tua. (Tenera)
                                          Ma quando?
                                                                   Un dì. (Come sopra)
che tu dica davvero e me n'andrò. (In atto di partire)
Ci ho da essere anch'io. (Alla Lena)
                                              Va' via di qua. (Spingendo Ciappo con finto sdegno)
                                       Caro papà.
Vieni, vieni, figliuola. Eccola qui. (Conducendo la Lena per mano)
                                    Ed io con te.

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/goldoni/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8