Metrica: interrogazione
57 tronchi in La conversazione Venezia, Fenzo, 1758  (recitativo) 
Ma fia sempre miglior la libertà.
                          Bas ist?
                                  Nix fresté Taic?
vivere col marito in società.
Io sostengo miglior la libertà.
e in Italia dirò... così, così.
«Se volete lo sposo, eccolo qui»,
quel modesto bocchin diria di sì.
siete da maritar, che male c’è?
Via, non abbiate soggezion di me.
                  Dice di sì.
Non è ver, Berenice? Ella è così.
                    Che fol?
                                Jo, mai libre Her.
questo dell’amicizia è il rande vous.
                                                               Io non ne so;
faranno all’hombre una partita in tre.
                        Eccomi qui.
                                  Giochiamo uì.
                    Così è.
A me piace giocar pour amitié.
Fol capello, fol spata per andar?
Farò per lor quel che vorrei per me.
questo stomacco mio si tranguggiò
Non si tratta così la nobiltà.
portati immantinente. Il mio burrò
della mia nobiltà. (Parte lo staffiere)
(Quel villanaccio si vergognerà).
Che si beva e si canti alla santé
Non mi faccio pregar. La canterò.
                Cosa farà?
Qualche cosa di bello in verità. (Viene il lacchè colla cesta di galantarie)
                                        In verità
senza un simile impiccio, in libertà.