Metrica: interrogazione
41 sdruccioli in Il mondo della luna Venezia, Fenzo, 1750  (recitativo) 
alla triforme dea le voci giunsero;
esauditi sarete in breve termine.
perpendicolarmente inver l’ecclitica.
id est quando la luna al sol congiungesi,
che dal mondo volgare ecclissi appellasi.
pria che Cintia ritorni al suo decubito.
Qualche volta il padron mi fa da ridere.
e il nome cambia ben e spesso agli uomini.
all’avaro si dice un bravo economo
e generoso vien chiamato il prodigo.
Così appella talun bella la femina,
perché sul volto suo la biacca semina.
                                    Sì, castigatemi;
cacciatemi di casa e maritatemi.
Doman ti vuo’ menar dal bravo astrologo,
                                             Accomodatevi. (Lo fa sedere)
State pronto a salire e consolatevi.
                                Qui in anticamera
                                        Contentissima.