Metrica: interrogazione
43 sdruccioli in Il mercato di Malmantile Venezia, Fenzo, 1758  (recitativo) 
Oh cosa dice mai? Serva umilissima. (S’inchina)
                                  Serva umilissima.
                                      È compitissima,
e la sposa son io. Serva umilissima.
che previene da lei pregievolissima.
                                Serva umilissima.
                                     Serva umilissima.
Sentirete che in tutto è donna pratica).
                             Bravissima,
                                        Serva umilissima.
Io non vengo a comprar, vengo per vendere.
Qualche cosa ho ancor io da poter spendere.
                                          Serva umilissima.
presto un qualche partito più magnifico
con il conte mi sposo e mi mortifico.
La sua gran nobiltade è strabocchevole.
Mi ha detto il padre mio, cioè l’illustrissimo
                                     Serva umilissima.
                                   La dea giustissima
                                       Serva umilissima.