Metrica: interrogazione
135 tronchi in Lo speziale Venezia, Fenzo, 1754  (pezzi chiusi) 
che anche lui pistando va.
presto portate qua. (Ad un giovane)
le viscere anderà. (Parte)
Zitto, Sempronio vien. (Tornano al lor lavoro)
della terra e poi del mar. (Fa le sue osservazioni)
Sì, mio caro, eccola qua. (Torna Sempronio e li vede in atto che si danno la mano)
                         Via di qua.
                           Via di là.
se vi trovo vi faccio pentir.
un bastone faravvi languir. (Parte)
   È un non so che l’amor
e non mi faccio star. (Parte)
già si stacca e balza in su.
mi dirà: «Va’ via di qua».
                                      ...no. (Scrivendo)
                                           ...a me. (Scrivendo)
                         Parlerò
vogliam veder. (Sempronio prende la carta a Mengone, Grilletta a Volpino)
                Cos’è?
simile a me). (Osservandosi tra di loro)
                             Signor no.
                               Già lo so.
                            Signor no.
                             Il metterò.
                 Via di qua.
Gnora sì. (Le punta il nastro)
                    Signor no.