Metrica: interrogazione
153 tronchi in Il filosofo di campagna Venezia, Fenzo, 1754  (pezzi chiusi) 
o vuo’ star nel prato ancor. (Parte)
ed allegri si starà. (Partono i contadini, restandone uno impiegato)
   Compatite, signor, s’io non so.
Ah! Col tempo spiegarmi saprò. (Parte)
non mi lascia restar qui. (Entra nella camera di dove è venuta)
                            È andata là. (Accenna ov’è entrata)
e con me la condurrò. (Entra in quella camera)
Ecco, ecco, ve lo do. (Le dà un anello)
Compatite, tornerò. (Torna nella camera di prima)
                             Ah ah ah. (Ridendo)
                       È stata qua.
                         Signorsì.
                       Messersì.
pace per me non v’è. (Or all’una, or all’altro)
                                  Non lo so.
                      Se n’andò!
                             Signor no.
quest’alme a consolar. (Entra in casa di Nardo)
quand’io gli chiedo un sì. (Entra nella casa sudetta)
tormela non potrà. (Entra nella casa sudetta)
più caro ardor. (Partono ed entrano in casa)