Metrica: interrogazione
380 settenari (recitativo) in Il viaggiatore ridicolo Venezia, Zatta, 1794 
Segretario, venite. (Viene il segretario)
la marchesa Foriera (Leggendo la lettera)
Via, scrivete: «Monsieur, (Dettando)
                       Sì certo,
Madama, riverente. (A donna Emilia)
Permettete, madama. (Donna Emilia gli offre la mano)
Fanciulla o maritata? (Alla contessa)
                 Non intendete?
Ci voglio essere anch'io. (Lo seguita correndo con fatica)
Signor, troppo gentile. (Al cavaliere)
Chi è quest'uomo sgarbato? (Al cavaliere)
                          Comandi.
                        Ho piacere.
                 Perché più facile
Favorisca, si accomodi, (Siedono tutti)
                              Lontano?
Eccomi al vostro piede. (S’inginocchia)
(Vuo' soffrir finch'io posso). (Da sé)
Obbedisco, signora. (Si accosta un poco)
                                Vi trovo
                           Vuol dire
                              Oimè! (Si alzano)
                             Giacinto,
Eh venite, marchesa, (Verso la scena)
Animo, una bottiglia, (Ai servitori)
Ecco due stroffe sole (Dispensa alcune carte di musica)
Oh che cattiva zuppa! (Assaggiandola)
Questa è una impertinenza (S’alza)
                             Si dice
                              Facciamo

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/goldoni/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8