Metrica: interrogazione
271 settenari (recitativo) in Li uccellatori Venezia, Fenzo, 1759 
fra di noi qualche imbroglio.
                        Ho capito.
                           E come!
Eccomi; manco male (Con un cesto)
Sì sediam fra quest’ombre. (Siede nel mezo)
quel che ha detto il marchese.
                  Signora no.
                      Non credeva
quel che ho sentito anch’io?
                 Vado anch’io.
                     Eh ti ho veduto,
Presto presto accorrete; (Ai villani)
Olà siano condotti (A un servitore)
           Sei qui? (Rivoltandosi)
                             Sì signore.
                     Dite piano.
                Gl’ho dato un colpo,
                        Sapete
               Ve l’assicuro,
                 Perché mi spiace
se ora Cecchino è mio... (Alla contessa)

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/goldoni/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8