Metrica: interrogazione
22 sineresi in Statira Venezia, Rossetti, 1742  (recitativo) 
trofeo del tuo furor! Su via s’esponga
qual doveasi al suo grado, illustre pira.
dirti ancor ei dovea co’ suoi rimorsi
                                        Son innocente.
è Dario il reo; dell’attentato enorme
a Statira dovea qualche olocausto
di virtude plebea, lungi del seno.
del reo congresso è a parte?
nelle stanze io ’l sapea né in Artassata.
al bel ciel europeo trasse i natali,
Io lo sapea, cor mio, che la gelosa
tua gloria ne fremea. Ma dimmi, o caro,
                                      Veggasi in campo.
arruotò omai della nemea foresta
                            Avranno
teco diviso avea di rege il nome,
quella rea cecità che la tua vita