Metrica: interrogazione
21 dieresi in Il talismano Milano, Bianchi, 1779  (recitativo) 
grata più che si può e odiosa meno.
voi avete gran torto. Meglio parmi
d’un vecchio egiziano opera e dono,
ch’è suo zio e tutore e ch’ha una figlia
                   Oh ciel! Lindoro... (Guardando fra le scene)
                 Io sì.
                             Ma come?...
giva in traccia di voi. Ho prevenuto
e non soffre la legge violenza.
vieni e meco gioisci. Tua sorella
quest’arca di scienza. Vedi, ascolta,
Vorrei... e non vorrei... Cieli! Ritorna
poi vengo diviato a’ fatti tuoi.
divenite eroina in un momento?
che comincio a odiar. Raminga e sola
Voi avete ragion... (Prende il talismano)
                                    Figlia. (A Sandrina) Nipote. (A Lindoro)
che invan non parla un zio ed un tutore. (Parte)