Metrica: interrogazione
37 dieresi in L'amore artigiano Venezia, Fenzo, 1761  (recitativo) 
                   Eh ehm. (Le corrisponde e si avvicina pian piano)
                                     Briccone!
Più non cura di me. Eh ehm. (Si fa sentire)
                                                       (Perbacco!
perché deggio finire un andrienne
Oh che rabbia! Eh ehm. (Tossisce forte)
                                               Senti? (A Giannino piano)
                                                              La sento
                                    Non ci pensate. (Entra per la porta della bottega e si fa subito vedere alla balconata)
in casa più di lei. Anzi si dice,
La bottega stamane aprirò io. (Entra in casa)
                                        I' ho da darti
è ancora spigionata? Io l'ho presa
abbi un po' pazienza. Sei sicuro
Oh sa ella chi è? (Con allegrezza)
                                 Chi?
                                             La cuffiara.
con lei riscontrarmi ora non vuo'.
Guai a me, se vedesse il mio Giannino).
                                   Perché fare?
                                         Dove vuo' ire?
ma è buon figliuolo, non dirà niente.
vedrai uno spettacolo ai tuoi piedi.
che ci foste anche voi. (All’Angiolina)
                                          Oh le cuffiare
Se nessuno ti vuol, ti prendo io.
Ma io la mezza età non so qual sia.
                                Dite, aspettate,
Per dir la verità due altre volte
                    Chi è colui?
                                            È di mio padre
sull'onor mio, non importa niente.
Caro, or ora saprai quanto ti amo. (Parte)

Notice: Undefined index: metrica in /var/www/goldoni/library/opera/controllers/Metrica/queryAction.php on line 8