Metrica: interrogazione
26 dieresi in Filosofia ed amore Venezia, Fenzo, 1760  (recitativo) 
                                      Brutto villano,
E sapete il perché? Lo dirò io.
vuoi Esopo lodare a mio dispetto?
Signor no, signor no; la voglio io.
                                         V’ingannate...
                                              Oh oh davvero
la lezion facciamo. State attenti
ma uomo anch’io son nato e la natura
Di voi, amico mio, di voi mi fido
una sposa infedel; ma... che so io?
                                Dirò così...
                 Signora sì.
                                       Eh vi conosco;
orrido fosse, obbediente al cenno
                Sei fortunata.
ma io col vecchio ho da passar dei guai. (Parte)
che il vino buono proibisce altrui
                                     Oh via tacete,
                (Finger dovete). (Piano a Xanto)
                                          La voglio io.
                                             Sì, lo vedo,