Metrica: interrogazione
22 dieresi in La calamita de' cuori Venezia, Fenzo, 1753  (recitativo) 
                                            Ehi, sentite;
                                       Oimè! Fermate.
                                        Impertinenti,
                                     Lingua buggiarda.
il più caro alla bella sono io. (Mostra ad Albina un foglio)
io fo l’amor da uom, non da ragazzo;
Ma fra l’altre n’ha una ch’è un portento,
                                      Sono due ore
che a cimenti maggior mia destra è usa.